Parodontite e diabete: esiste una correlazione?

Parodontite e diabete: esiste una correlazione?

Sempre più studi, ormai, hanno dimostrato l’esistenza di una correlazione diretta e biunivoca tra parodontite e diabete, tanto è vero che trattare la parodontite consente di ottenere miglioramenti dei parametri di laboratorio e clinici sul diabete e viceversa.
Ma vediamo di approfondire meglio insieme l’argomento!

Cos’è la parodontite?

La parodontite è una grave infezione che colpisce l’apparato di sostegno del dente (gengiva, osso alveolare, cemento radicolare e legamento parodontale). Se non curata, può portare progressivamente alla perdita del dente stesso. È causata dai molteplici batteri che vivono nel cavo orale e in particolare nella placca dentaria che, se non rimossa efficacemente durante le manovre d’igiene orale domiciliare, tende a maturare e creare una popolazione ricca di batteri parodontopatogeni.
La parodontite è una delle patologie più diffuse del globo. Nelle popolazioni occidentali la prevalenza sopra i 35 anni è del 47%, e supera il 60% negli over 65. Inoltre, la parodontite grave e avanzata è considerata la sesta patologia più diffusa al mondo e colpisce in media l’11% della popolazione.

Parodontite e diabete: legame

Cos’è il diabete?

Il diabete è una malattia metabolica che evolve in una condizione patologica complessa e potenzialmente grave e che ha alla base uno stato di iperglicemia cronica (il glucosio nel sangue ha livelli alti e superiori alla norma). Durante il decorso della malattia, l’iperglicemia si associa a danni microvascolari su reni, occhi, sistema nervoso. E anche macrovascolari su cuore e grossi vasi, aggravando via via il quadro clinico dei soggetti colpiti. Tra le sue cause principali troviamo un’alimentazione eccessivamente calorica, la sedentarietà e il fumo.
Il diabete colpisce circa il 4.9% degli italiani e si coniuga alla possibilità che per lunghi periodi la malattia decorra asintomatica ma già producendo danni all’organismo.

Parodontite e diabete: il legame

Parodontite e diabete sono due patologie correlate al punto che è stata teorizzata una relazione a due vie. Il soggetto con diabete ha una tendenza a sviluppare parodontite e il soggetto con parodontite ha una tendenza a sviluppare il diabete. Essendo legate da una relazione di causa-effetto, se non adeguatamente trattate, le due patologie sono in grado di causare gravi complicazioni ai soggetti colpiti mentre, se correttamente diagnosticate, è possibile gestirle innescando reciproci miglioramenti.

La parodontite come fattore di rischio per il diabete

Il rischio di sviluppare il diabete cresce sino al 30% per coloro che soffrono di problemi parodontali. Questo perché patologie a carico delle gengive rendono più difficile il controllo della glicemia e aumentano il rischio di sviluppare complicanze del diabete.

Il diabete come fattore di rischio per la parodontite

La relazione tre le due patologie è dimostrata anche al contrario: la prevalenza della parodontite in chi ha il diabete è il doppio/triplo rispetto a chi non ce l’ha. Si conta infatti che nel mondo circa il 6,4% della popolazione sia affetta da diabete e che la parodontite sia la sesta complicanza dovuta a questa malattia. Ciò significa che ha un’incidenza di comparsa pari al 75% nei pazienti diabetici rispetto ai soggetti sani.
La maggiore suscettibilità alla parodontite nei diabetici è dovuta alla risposta immunitaria alterata verso i batteri presenti nella placca batterica e al fatto che i batteri si moltiplicano più velocemente in presenza di maggiori quantità di glucosio.

La diagnosi delle due patologie risulta perciò fondamentale per evitare gravi complicazioni!
Contattaci per maggiori informazioni o per prenotare un appuntamento!