Denti bianchi 1

Denti bianchi, anzi bianchissimi? Scegli lo sbiancamento dentale

Avere denti bianchi e sani è una delle caratteristiche estetiche più ambite e ricercate. Stili di vita errati, difetti congeniti, patologie o farmaci possono però pian piano spegnere il sorriso, facendogli perdere la sua lucentezza e il suo candore.
Ritrovare il bianco naturale in modo sicuro e professionale, però, è più facile di quello che pensi: grazie allo sbiancamento dentale potrai ottenere il sorriso che hai sempre desiderato.
Leggi l’articolo per saperne di più!

Innanzitutto, come mai i denti possono macchiarsi e ingiallirsi?

È bene tener presente che il colore dei denti dipende moltissimo dalla genetica del singolo individuo. Esistono però diverse cause che possono portare alla discromia dentale. L’alterazione della colorazione può essere provocata da:

  • danni traumatici
  • malattie
  • difetti congeniti
  • assunzione di particolari farmaci come le tetracicline
  • consumo di cibi e bevande fortemente pigmentanti (come caffè, tè, coca cola),
  • fumo
  • scarsa igiene orale
  • invecchiamento della persona.
Denti bianchi 2

Cos’è lo sbiancamento dentale?

Si tratta di una tecnica puramente estetica volta a migliorare il colore dello smalto dentale. Non deve essere confusa né con la tradizionale igiene orale domestica né con l’igiene professionale da svolgersi ogni 6 mesi e i cui scopi sono prevalentemente preventivi per evitare l’insorgere di carie e altre patologie.
Lo sbiancamento dentale è un processo chimico di ossido-riduzione, eseguito utilizzando due agenti sbiancanti sotto forma di gel: il perossido di idrogeno o il perossido di carbammide. Questo trattamento può migliorare il colore dei denti anche di 5-6 tonalità.

Chi può ricorrere allo sbiancamento dentale?

Lo sbiancamento può essere effettuato da chiunque abbia una bocca sana senza carie e non soffra di ipersensibilità dentinale  ma prima di procedere è necessario che i denti siano puliti ed è quindi di solito necessaria una igiene orale prima del trattamento.
L’unico effetto collaterale che può provocare è la sensibilità dentale, che però è assolutamente temporanea e passeggera: solitamente scompare in qualche ora.

Come mantenere i denti bianchi?

Anche se non esistono soluzioni di sbiancamento permanenti, ci sono alcune buone abitudini che puoi adottare per fare in modo che l’effetto duri il più a lungo possibile mantenendo la brillantezza dei denti.
Dopo la cura è necessario fare attenzione all’alimentazione per circa una settimana. È innanzitutto utile ridurre l’assunzione di cibi e bevande che causano macchie. Un utile consiglio se si bevono bevande zuccherate o acide è quello di utilizzare una cannuccia.
Infine è importante mantenere le buone prassi di igiene orale come lo spazzolamento regolare, l’uso del filo interdentale oltre ad una visita dal tuo dentista due volte l’anno per i controlli di routine.

Vuoi avere denti bianchi, anzi bianchissimi? Prenota subito una seduta di sbiancamento dentale!

CONTATTACI PER MAGGIORI INFORMAZIONI O PER PRENOTARE UN APPUNTAMENTO